UNUCI TORINO : Vivi Le Forze Armate



Il blog raduna le attività della Sezione di Torino, rappresenta la Presidenza Nazionale in quanto realtà periferica, manleva la stessa da eventuali usi impropri.

La Sezione segue i dettami del suo Statuto Nazionale:

La vigilanza sull’UNUCI è esercitata dal Ministero della Difesa.

Art. 2 Finalità dell’Associazione
1. L’UNUCI ha lo scopo di concorrere alla formazione morale e professionale degli Ufficiali di ogni ruolo e grado delle categorie in congedo nonché, alle connesse attività divulgative e informative, per il loro impiego nell’ambito delle Forze di completamento e delle Unità militari attive.
2. Per il raggiungimento dei suoi scopi l’UNUCI svolge i seguenti compiti:
a. tutela il prestigio degli Ufficiali in congedo, mantiene alto il morale e vivo l’attaccamento alle Forze armate e ai Corpi di appartenenza;
b. rende sempre più saldi i vincoli fra gli Ufficiali in congedo e quelli in servizio di tutte le Forze Armate e dei Corpi armati dello Stato;
c. collabora con le competenti Autorità militari, anche su base convenzionale, all’addestramento e alla preparazione fisica e sportiva del personale militare in congedo, che aderisce al reimpiego in servizio nelle Forze di completamento;
d. mantiene rapporti con organizzazioni internazionali fra Ufficiali in congedo per lo svolgimento di programmi addestrativi per il pronto inserimento dei riservisti nelle formazioni militari e opera in vari contesti internazionali anche con finalità culturali e promozionali;
e. promuove i valori di difesa e sicurezza della Patria, la fedeltà alle istituzioni democratiche, rafforzando i vincoli di solidarietà tra il mondo militare e la società civile;
f. sensibilizza l’opinione pubblica sulle questioni della difesa e della sicurezza nazionale, sul ruolo e l’importanza dei riservisti, sulla cultura della sostenibilità ambientale e sociale;
g. fornisce il proprio apporto negli interventi di difesa e protezione civile;
h. promuove l’elevazione e la qualificazione culturale e professionale, nonché la formazione continua superiore degli iscritti in Patria e all’estero, attraverso la partecipazione a corsi di studio, di aggiornamento e addestramento e con attività fisica e sportiva;
i. realizza, nell’ambito delle proprie disponibilità, assistenza morale e materiale nei confronti degli iscritti;
j. rappresenta ai competenti organi gli interessi degli iscritti;
k. concorre a richieste di collaborazione in materia di rappresentanza militare degli Ufficiali delle categorie in congedo nel quadro della vigente normativa.

30.10.15


Buongiorno a Tutti,

pubblichiamo ancora una serie di foto, che fanno parte dei nostri ricordi del 2015, nell'attività effettuata a Brughiera,
organizzata dalla sempre attiva Sezione U.N.U.C.I. Gallarate.
Le armi sono ASG e servivano per le simulazioni.

Ad Maiora
La Sezione di Torino









Buongiorno a Tutti,
anche questa settimana ci muoveremo per un sentito evento,
la Commemorazione di alcuni dei Caduti della Grande Guerra, seppelliti a Lione. Parteciperemo con un Picchetto Bandiera Regionale, un Picchetto Storico con uniformi del 15/18 e un folto numero di Colleghi con il copricapo di specialità. Presente il Console Italiano, la Comunità Italiana a Lione, le Associazioni d'Arma Francesi ed una rappresentanza Polacca ed Inglese.

Se il nostro compito è quello di ricordare questa generazione di uomini e donne che fù azzerata dalla Grande Guerra, noi li Onoreremo con la nostra presenza e con la nostra Bandiera!

Non potremo essere presenti dappertutto e non faremo (come logico) distinzione tra i Caduti italiani, francesi, inglesi o polacchi.
Qui di seguito, una breve descrizione dei fatti accaduti:
Lione: cerimonia di Commemorazione dei soldati Italiani e Francesi Caduti nel corso della prima guerra mondiale.
1. Scopi della cerimonia:
- Onorare i Caduti Italiani e Francesi deceduti nel corso della Campagna 1915 (1914) /1918 sepolti nel cimitero Militare Internazionale “la Doua” di Villeurbanne (Periferia di Lione) e nel settore militare Italiano posto nel cimitero comunale di Lione la “Gouilliettere”.
2. Descrizione degli eventi storici:
a) L’impiego delle Truppe Francesi In Italia: Dopo la ritirata di Caporetto, vennero inviate in soccorso dell’Italia truppe Francesi che si schierarono sul Mincio (unitamente ai Britannici e le nostre truppe di riserva). Successivamente, considerato che gli Italiani riuscirono a contenere l’offensiva austriaca sul fronte del Grappa e del Piave, i Francesi raggiunsero la zona avanzata del fronte (il 4 Dicembre 1917).
b) L’impiego delle truppe Italiane in Francia: Nei primi mesi del 1918, la Francia, venuta a conoscenza di un imminente attacco germanico, chiese all’Italia di inviare truppe in restituzione dell’aiuto dato nella difesa del Piave. Nel mese di Aprile del 1918 venne quindi trasferito in Francia il II° Corpo d’Armata al Comando del Generale Albicci (circa 25.000 uomini) al quale si aggiunsero 60.000 operai militarizzati denominati T.A.I.F (truppe ausiliare italiane in Francia). Il 27 maggio 1918, con un grande attacco a sorpresa, l'esercito tedesco riuscì a sfondare il fronte francese nei pressi di Reims. In tale frangente tra Soissons e Reims si formò una sacca triangolare, che profonda 50 km, poneva il suo vertice a Château-Thierry a meno di 100 km da Parigi. Per fronteggiare tale minaccia venne schierato, all’altezza di Bligny il II° Corpo d'Armata Italiano con il compito di sbarrare la valle del fiume Ardre e quindi la strada di accesso alla città di Epernay (che assicurava le comunicazioni tra Reims e Parigi). In tale contesto i nostri soldati riuscirono a bloccare la testa di ponte tedesca sino a che, l’offensiva germanica, avendo trovato una decisa resistenza, si esaurì (mese di Luglio 1918). In quella circostanza quasi 4.000 soldati italiani e oltre 6.000 furono feriti. Proprio questi ultimi misero a dura prova le strutture sanitarie Francesi che, per fare fronte all’esigenza, si videro costretti a distribuire i feriti presso gli ospedali posti su tutto il territorio nazionale. I soldati Italiani sepolti in Savoia sono tra coloro che, nonostante le cure, non riuscirono a sopravvivere.
Cordiali Saluti
La Sezione di Torino

28.10.15




USO DELL’UNIFORME MILITARE DA PARTE DELLE CATEGORIE IN CONGEDO
Aggiorn. al 12.05.2014



In relazione a quanto deliberato nel corso del Consiglio Nazionale del 22-24 aprile 2014, si riporta, di seguito, stralcio della pubblicazione SMD – G 010 “Regolamento per la disciplina delle uniformi” dello Stato Maggiore della Difesa – edizione 2002. I Delegati Regionali, i Presidenti di Sezione e tutti i Soci interessati sono invitati ad attenersi scrupolosamente, prendendo visione del testo integrale della pubblicazione sul sito web del Ministero della Difesa.


Sezione VI

Art. 31
Militari delle categorie in congedo
I militari delle categorie in congedo in temporanea attività di servizio sono da considerarsi, ai fini dell'uniforme e degli obblighi che ne derivano, in servizio attivo.
I militari dette categorie in congedo che, ai sensi dei successivi articoli, sono autorizzati ad indossare l'uniforme, sono tenuti all'osservanza delle relative norme in vigore per il personale in servizio.
Ai militari in congedo non in attività di servizio delle Forze di Polizia è precluso l'uso dell'uniforme.

Art. 32
Partecipazione a manifestazioni di carattere militare
I militari delle categorie in congedo non in attività di servizio possono indossare l'uniforme per partecipare a manifestazioni di carattere militare di particolare rilevanza nazionale ed internazionale, nonché a:
·         visite a Reparti militari in occasione di esercitazioni in territorio nazionale e all'estero;
·         gare sportive e incontri tra delegazioni multinazionali in territorio nazionale e all'estero;
·         a gare sportive di rilievo a carattere militare e incontri tra delegazioni multinazionali in territorio nazionale ed estero;
·         nelle esercitazioni di protezione civile organizzate da Enti/Comandi militari e/o Pubbliche Amministrazioni;
·         in occasione di raduni nazionali o internazionali delle Associazioni d’Arma o Combattentistiche munite di riconoscimento.
L’Associazione deve inviare, con congruo anticipo, direttamente al Comando/Ente Militare responsabile della manifestazione, l’elenco del personale partecipante indicandone il grado.
Nel caso particolare di manifestazioni all’estero, qualora il militare in congedo sia invitato a parteciparvi è l’Autorità invitante abbia espresso il gradimento alla partecipazione in uniforme, lo Stato Maggiore della Difesa interesserà per il ”nulla osta” la Rappresentanza Militare Italiana nel paese estero interessato.

Art. 33
Partecipazione a manifestazioni di carattere religioso
I militari delle categorie in congedo possono indossare l’uniforme nelle cerimonie  a carattere religioso (matrimoni, esequie).


Art. 34
Manifestazioni militari a bordo di unità navali
Per le manifestazioni che si svolgono a bordo di unità navali, vale quanto precedentemente previsto.

 Art. 35
Richieste avanzate dalle Associazioni Combattentistiche e d'Arma
Le Associazioni combattentistiche e d’Arma riconosciute, o le loro Sezioni, possono inviare gli elenchi predetti, comprensivi di grado delle persone interessate.
Allo scopo di consentire un’agevole individuazione del personale in congedo, è istituito apposito distintivo di appartenenza alla propria categoria comprensivo dell’acronimo dell’Associazione. L’uso di tale distintivo costituisce obbligo. (*)
In caso di reiterata inottemperanza, da comunicare direttamente allo Stato Maggiore della Difesa, sarà informato l’Ufficio Gabinetto, e verranno adottati i provvedimenti intesi a non estendere al personale segnalato gli inviti a manifestazioni militari.

 Art. 36
Ufficiali di rango elevato
Gli Ufficiali di rango elevato dovranno concordare la loro presenza in uniforme con il Comando/Ente responsabile della manifestazione, in considerazione al grado rivestito dalla massima Autorità in servizio di cui è prevista la presenza alla cerimonia.

(*) I distintivi sono reperibili presso le Sezioni; quelle che ne fossero sprovviste possono farne richiesta alle Delegazioni e queste, se necessario, alla Presidenza Nazionale.
Buongiorno a tutti,
martedì prossimo 3 novembre 2015 alle ore 19,15 presso la nostra Sezione, inizierà la prima delle lezioni previste del mini corso organizzato su:
A) cenni comportamentali e dell'eventuale autodifesa del personale Volontario, che opera su strada.
Relatore il Cap. g. (par) FdC Emanuele Laina
Si raccomanda la puntualità, per gli operatori del progetto Impegno Civile.
Gli ospiti, dovranno concordare la loro partecipazione, via mail, all'indirizzo: unuci.torino@gmail.com oppure segnalare l'adesione all'evento su:
n.b. - E' previsto un gettone di presenza, per i non aderenti al progetto.
Cordiali Saluti
La Sezione di Torino
Buongiorno a tutti,
sempre nell'ambito delle attività sezionali, due nostri Colleghi, hanno partecipato alla gara di orientamento topografico autunnale, organizzata dalla sempre attivissima Sezione di Gallarate.
Complimenti per il percorso (a detta dei nostri due partecipanti), ma un plauso anche a loro, che sono arrivati terzi dietro due squadre agguerrite e preparate.
Quindi ringraziamo il Ten. f. (mecc) Andrea De Valle e Ten. f. (cr) Michele Cera (sono i primi a destra dello schieramento), per l'ottima prestazione e per il premio come migliore pattuglia per "orientamento e topografia" tenendo alto il nome della Sezione di Torino.
Cordialità
La Sezione di Torino


17.10.15

Buongiorno,
aggiungiamo ancora qualche foto dopo tutte le assenze fatte nell'ultimo anno, fornendo anche un nuovo link facebook in cui poterci seguire che di solito è aggiornato frequentemente.

UNUCI Torino : Vivi Le Forze Armate


Ringraziamo per l'ospitalità:
il 34° AVES "Toro" di Venaria (To)

Cordialità

La Sezione di Torino







Buongiorno
carichiamo ancora qualche foto, di attività svolte recentemente.

Le seguenti si riferiscono ad una nostra partecipazione alla Mostra sulla Grande Guerra, che si è svolta nel Comune di Canischio ad agosto.

Presente il Colonnello Zerrillo del Comando Regionale Militare Nord Ovest , responsabile dell'evento, assieme al Ten. Cappone nostro consigliere.

Un plauso al Sindaco del Comune che ha richiesto al Comando Militare Regionale assistenza e gestito la mostra con i Suoi Consiglieri.

Cordialità 

La Sezione di Torino












16.10.15

Comunicazione ai Soci

Buongiorno a Tutti,
scusate la miriade di notizie che stiamo pubblicando, ma è importante per noi dello staff dirigente, avere un contatto diretto e personale con ognuno di Voi.

Oggi, con la fine dei Corsi A.U.C. l'alimentazione al Sodalizio è diminuita, ma non per il numero dei Colleghi che ne hanno titolo, ma per l'errata comunicazione che è stata fatta sulle attività, unita ai molteplici impegni che si acquisiscono col passare degli anni, sia nella vita privata che lavorativa.
Io sono certo, come socio Unuci, che la promozione fatta in questi ultimi due anni, ha risvegliato il Credo e l'Orgoglio che è in ognuno di noi, la prova è data da coloro che frequentano la sezione, decisamente molto più numerosi e motivati dalle varie proposte effettuate. In questo modo e coinvolgendo tutte le Sezioni piemontesi, la frequenza alle attività si è moltiplicata e ci possiamo definire realmente un gruppo affiatato.

Specifico in modo categorico che; non è assolutamente vero che bisogna essere dei pentatleti o dei pseudo incursori, per fare le nostre attività, ci sono ruoli diversi e come è utilissimo il logista, lo è il pattugliatore. Chiaramente, abbiamo un folto nucleo di atleti, che sono allenati ed hanno il fisico per affrontare le gare più impegnative. ma questa, ribadisco, è solo una parte della vita di sezione.

Anch'io partecipo a gare di ogni genere, e non sono un atleta, quindi se lo faccio io può farlo ciascuno di Voi!!

Aver servito la Patria, con le stellette, aver sacrificato molti mesi da Allievi per poterle indossare, non è una cosa che si può dimenticare! E questo vale per ognuna delle possibilità che sono state date negli anni per conseguire la promozione come Ufficiale in qualsiasi FF.AA. e  Corpo Speciale ed Ausiliario dello Stato. Non frequentando le nostre Sezioni o semplicemente non essendo iscritti, si mette in difficoltà la sopravvivenza del Sodalizio e si vanifica ciò in cui abbiamo creduto e in cui crediamo tutt'oggi, seppur non impiegati in modo continuativo.

Io invito tutti coloro che si sentono ancora dei Militari, pur se in congedo, di venire a frequentare la Sezione di Torino. Oppure di provare ad affacciarsi nelle Sezione italiane, vedere cosa si fa e poi se motivati, iscriversi e partecipare a secondo del tempo che rimane, chiaramente dopo la Famiglia, il lavoro e i momenti di svago.

Nelle Sezioni, vengono prese in considerazione oltre che gli Ufficiali, anche i Sottufficiali, i graduati ed i militari di truppa, previa presentazione della pratica d'iscrizione al Consiglio di Sezione. Si analizza l'ingresso anche dei frequentatori degli Stage Militari (progetto Pianeta Difesa) organizzati da ogni FF.AA. su beneplacito dello Stato Maggiore della Difesa, previa presentazione dei titoli di partecipazione ed accettazione da parte del Consiglio di Sezione,  infine, ma non per importanza anche coloro che pur non avendo effettuato il servizio militare condividano i nostri Ideali.

Ricordo che l'UNUCI ha una convenzione specifica per accogliere coloro che sono parte integrante delle Forze di Completamento Volontarie e che abbiamo personale formato appositamente per tale programma.

Vi aspettiamo in Sezione
Paolo Unzamu
Presidente della Sezione Unuci di Torino

mail presidente sezione: sez.torino@unuci.org
mail amministrazione: unuci_to@yahoo.it
mail addestramento: unuci.torino@gmail.com

Telefono Sede: 011.5617.242 fax automatico
apertura:
martedì 9-12 e 19-21
giovedì 9-12
sabato 9-11,45
ed anche su appuntamento oltre gli orari esposti.






Tesseramento, domande e risposte

Buongiorno.
spesso riceviamo e-mail che chiedono informazioni sul tesseramento e abbiamo voluto creare questa pagina, che resterà collegata con un link in home page, proprio per rispondere alle domande più comuni.

1- sono un Ufficiale in servizio o in congedo, come posso iscrivermi?

Come sempre, la soluzione migliore è venire in sede (vedi al link per indirizzo e contatti), magari chiamando prima se possibile al numero 011.5617.242

Siamo aperti il martedì, giovedì dalle 9 alle 12 e sabato dalle 9 alle 11.45.

Il martedì sera dalle 19 alle 21 o comunque a fine riunione.

QUOTE PREVISTE:

SOCI ORDINARI  (Ufficiali in congedo)EURO 50,00
SOCI AGGIUNTI (Ufficiali in servizio)EURO 50,00
SOCI AGGREGATI (varie categorie)EURO 50,00

  • I Soci che versano il doppio della quota annuale vengono considerati Sostenitori Volontari e come tali citati nella Rivista UNUCI.

  • Il pagamento, per le nuove iscrizioni è contestuale alla presentazione della documentazione richiesta.


  • Per i militari in congedo, di ogni grado, è richiesta la copia di un documento che attesti il servizio prestato e l'ultimo grado rivestito.


  • Per gli Aggregati che non hanno ottemperato al servizio militare, è sufficiente la foto tessera.


2- Posso rinnovare on line?

Sì, vedi alla pagina apposita

3- Non ho ricevuto ancora la mia tessera (o bollino per l'anno in corso)

Le tessere devono essere spedite alla Presidenza Nazionale per la firma e quindi può passare un po' di tempo prima che ci vengano rimandate indietro da Roma.

In Sezione abbiamo sempre un certo numero di tessere nuove che gli interessati non hanno ancora ritirato, quindi vi consigliamo di chiamare o scrivere una mail per verificare se il vostro documento è arrivato e concordare le modalità di ritiro.

Se avete pagato per posta o con bonifico, noi dobbiamo ricevere prima la comunicazione dell'avvenuto pagamento per poter inviare il bollino al vostro indirizzo. Ma consigliamo a tutti di venire in sezione, primo per vedere la nuova sistemazione della Sede, secondo per conoscere chi lavora per Voi e terzo per farvi offrire un caffè alla Bouvette al posto di un anonimo francobollo.

4- La tessera UNUCI è un documento di identità?

No. E' valida ai fini associativi e consigliamo di averla al seguito nelle attività in cui è previsto l'uso dell'uniforme.

5- Ero iscritto molti anni fa e ora voglio rinnovare, è possibile?

Ci serve il numero della tessera, se ne siete in possesso, onde verificare che sia ancora valida. Se sì, bisogna effettuare il re-inserimento in sede, contestualmente bisogna effettuare il versamento della quota annuale, se no è necessario farne una nuova (quindi produrre la documentazione di cui alla domanda n° 1).

La sede non ha il bancomat, ma può accettare degli assegni, per ordini impartiti Dalla Presidenza, non d'importo superiore alla quota associativa.

6- Ho perso la tessera, come faccio per averne una nuova?

In questo caso è necessario fare denuncia di smarrimento e portare la stessa (denuncia) da noi in sede, con una foto tessera per il nuovo documento.

7- Sto aspettando la tessera ma voglio partecipare alle vostre attività, è possibile?

Certo. Se la documentazione prodotta era a posto e si tratta solo di attendere i tempi tecnici per il rilascio della tessera, la Segreteria provvederà alla redazione di un documento provvisorio.

8- La mia tessera è scaduta, devo rinnovarla per forza?

La tessera scaduta e con l'intenzione di non rinnovarla più, rimane di proprietà dell'UNUCI, deve essere ri-consegnata alla sede di appartenenza. Ogni uso illecito della tessera, potrebbe essere perseguito a norme di Legge.

9- Ci sono delle convenzioni alle quali ho diritto come iscritto UNUCI?

In sede abbiamo un elenco piuttosto lungo di convenzioni locali e sul sito nazionale alla voce "convenzioni" e "agevolazioni" ci sono quelle per tutta Italia.

10- Ho trovato la vecchia tessera del mio defunto padre/marito, cosa devo fare?

Portarla in sede da noi quando possibile, o chiamarci per concordare un eventuale ritiro.

11- Voglio iscrivermi a Torino ma sono residente in un'altra città

Di solito per una questione di correttezza preferiamo che ci si iscriva alla Sezione di residenza.
Ma a volte, essendo la nostra una Sezione che fa parecchie attività, abbiamo molte richieste in tal senso. Se volete partecipare con noi alle attività, potete farlo a prescindere, pur essendo iscritti ad altra Sezione. Se il lavoro, lo studio o la Famiglia, vi portano nella nostra città, saremo felici di accogliervi senza problemi e nel caso il soggiorno diventi prolungato, iscrivervi da noi previo trasferimento della documentazione dalla vecchia sezione, ci serviranno comunque i Vostri dati personali.

12 - Devo per forza cambiare la tessera di carta con quella nuova formato carta di credito?

Non è necessario, in quanto rischiate di perdere la foto originale. Cambierà anche il numero della tessera, che in alcuni casi ha creato problemi burocratici, specie nelle elezioni.

Cordialità
La Sezione UNUCI di Torino



Buongiorno a tutti,
nelle varie attività da noi promosse, una in particolare, proposta circa un anno fa, finalmente, grazie alla public relation del nostro Addetto Responsabile il Ten. f. alp. Roberto Marini, abbiamo portato avanti una nobile promozione del Ten. art. Mario Pellegrino, che consiste nel consegnare a tutte le Autorità Militari della nostra Città, un modello in scala ridotta, della classica Fontanella che sempre meno si vede nelle strade e che comunque ha permesso a noi di Torino di abbeverarci negli anni.
Il "Toret" è stato consegnato già a diverse personalità, le immagini a cui ci riferiamo sono quelle in cui il Comandante della Scuola D'Applicazione il Gen. Div. Claudio Berto, ci ha accolto nella splendida cornice di via Arsenale.

Le foto sono state fatte da un nostro Socio di eccellenza, Sebastiano Strano, inutile presentarlo è conosciutissimo negli ambienti militari, ma non solo. 
Grazie Sebastiano!





15.10.15

Gara di Tiro in Svizzera - Organizzata dai Colleghi francesi dell'UNOR

Buongiorno a tutti,

l'assenza da questo blog, ha determinato una grossa mole di lavoro nell'inserire le notizie e siccome la nostra è una Sezione che lavora, non possiamo inserire tutto ciò che è stato fatto dall'ultima attività inserita, purtroppo ferma al 2014......ma volendo in parte recuperare, ecco altre foto, riguardanti una delle tantissime gare di tiro alla quale partecipiamo in Europa.


Qui siamo ad Bernex (CH) e abbiamo sicuramente potuto ottenere un buon risultato, tutti i partecipanti hanno realizzato un punteggio tra i 300 e i 349 punti, due soli hanno conseguito i brevetti d'argento e oro.

Complimenti al C.le magg. par. Davide Negri ed al Car. Maurizio Maffei.

Ed ora ecco alcune foto.

Cordialità
Paolo Unzamu
Il Presidente della Sezione UNUCI di Torino







L'UNUCI PIemonte sfila ad Acqui Terme (Al) al Raduno Interregionale degli Alpini

Gentili Colleghi,

l'altra domenica altro fiore all'occhiello per l'UNUCI Piemonte e Valle D'Aosta,
siamo stati invitati a sfilare assieme ai Colleghi alpini e diciamo che le foto, parlano per noi.

Ci siamo sicuramente addestrati, grazie al 34° Aves Toro che ci ha accolto nella propria Base, onde avere un'area abbastanza grande da poter provare, seppur in minima parte il percorso, ma soprattutto rinfrescare i comandi ed amalgamare la Compagnia di Formazione UNUCI Piemonte.

Le ultime due foto riguardano le varie prove effettuate in aeroporto.

Cordialmente

Paolo Unzamu
Presidente della Sezione UNUCI di Torino













Comunicazione ai Soci della Sezione -

Gentilissimi Colleghi,

per via di tanti motivi, ed uno di questi è la gestione delle comunicazioni in modo più veloce, abbiamo aperto un link su Facebook.

La pagina vi darà molte risposte ed è tenuta sempre aggiornata.
Il link facebook è: UNUCI Torino : Vivi le Forze Armate.

Stiamo lavorando per rendere anche questo link al passo e vi chiediamo di avere un minimo di pazienza nel mentre che ci lavoriamo, per dare un risultato con contenuti comprensibili ed attuali.

Intanto vi mostriamo alcune foto delle ultime attività di luglio, sperando che siano di Vostro gradimento.

La prima serie si riferisce alla Prova Addestrativa in ambiente alpino, denominata IRONSIDE, che si è svolta a Bousson di Cesana, con base presso la Caserma Monginevro.

Cordialità

Paolo Unzamu
Presidente della Sezione UNUCI di Torino