UNUCI TORINO : Vivi Le Forze Armate



Il blog raduna le attività della Sezione di Torino, rappresenta la Presidenza Nazionale in quanto realtà periferica, manleva la stessa da eventuali usi impropri.

La Sezione segue i dettami del suo Statuto Nazionale:

La vigilanza sull’UNUCI è esercitata dal Ministero della Difesa.

Art. 2 Finalità dell’Associazione
1. L’UNUCI ha lo scopo di concorrere alla formazione morale e professionale degli Ufficiali di ogni ruolo e grado delle categorie in congedo nonché, alle connesse attività divulgative e informative, per il loro impiego nell’ambito delle Forze di completamento e delle Unità militari attive.
2. Per il raggiungimento dei suoi scopi l’UNUCI svolge i seguenti compiti:
a. tutela il prestigio degli Ufficiali in congedo, mantiene alto il morale e vivo l’attaccamento alle Forze armate e ai Corpi di appartenenza;
b. rende sempre più saldi i vincoli fra gli Ufficiali in congedo e quelli in servizio di tutte le Forze Armate e dei Corpi armati dello Stato;
c. collabora con le competenti Autorità militari, anche su base convenzionale, all’addestramento e alla preparazione fisica e sportiva del personale militare in congedo, che aderisce al reimpiego in servizio nelle Forze di completamento;
d. mantiene rapporti con organizzazioni internazionali fra Ufficiali in congedo per lo svolgimento di programmi addestrativi per il pronto inserimento dei riservisti nelle formazioni militari e opera in vari contesti internazionali anche con finalità culturali e promozionali;
e. promuove i valori di difesa e sicurezza della Patria, la fedeltà alle istituzioni democratiche, rafforzando i vincoli di solidarietà tra il mondo militare e la società civile;
f. sensibilizza l’opinione pubblica sulle questioni della difesa e della sicurezza nazionale, sul ruolo e l’importanza dei riservisti, sulla cultura della sostenibilità ambientale e sociale;
g. fornisce il proprio apporto negli interventi di difesa e protezione civile;
h. promuove l’elevazione e la qualificazione culturale e professionale, nonché la formazione continua superiore degli iscritti in Patria e all’estero, attraverso la partecipazione a corsi di studio, di aggiornamento e addestramento e con attività fisica e sportiva;
i. realizza, nell’ambito delle proprie disponibilità, assistenza morale e materiale nei confronti degli iscritti;
j. rappresenta ai competenti organi gli interessi degli iscritti;
k. concorre a richieste di collaborazione in materia di rappresentanza militare degli Ufficiali delle categorie in congedo nel quadro della vigente normativa.

12.12.15

ISCRIZIONI 2016

Buongiorno a Tutti,
si sono ri-aperte le iscrizioni annuali per il 2016.
La nostra Sezione, oltre agli aventi titolo, ovverosia gli Ufficiali provenienti dai ruoli d'Accademia, Complemento, Corpi Ausiliari dello Stato, ha aperto l'iscrizione per ottemperare alle varie convenzioni effettuate dalla Presidenza Nazionale con SMD e SME, analizzando l'ingresso anche a coloro che hanno servito la Patria (in qualsiasi FF.AA.) come VFB1/VFP4 o in SPE, ma oggi transitati nella categoria riservisti. A tal riguardo specifichiamo che; alcuni militari in servizio, partecipano alle nostre attività, in quanto le ritengono complementari all'addestramento che normalmente svolgono al Reparto. 
In attesa di vedervi nella nostra Sezione, anticipiamo che è prevista un'apertura straordinaria della Sezione come INFO POINT sulle attività addestrative e sul programma 2016.
A breve, agli interessati comunicheremo la data concordata con la Presidenza. 
(per info: dal martedì al venerdì dalle 9.00 alle 12.00 oppure 011.5617.242 o sez.torino@unuci.org)
Cordialità
La Sezione di Torino



8.12.15

Buongiorno a Tutti,
si sono ri-aperte le iscrizioni annuali per il 2016.
La nostra Sezione, oltre agli aventi titolo, ovverosia gli Ufficiali provenienti dai ruoli d'Accademia, Complemento, Corpi Ausiliari dello Stato, ha aperto l'iscrizione per ottemperare alle varie convenzioni effettuate dalla Presidenza Nazionale con SMD e SME, analizzando l'ingresso anche a coloro che hanno servito la Patria (in qualsiasi FF.AA.) come VFB1/4 o in SPE, ma oggi transitati nella categoria riservisti. A tal riguardo specifichiamo che; alcuni militari in servizio, partecipano alle nostre attività, in quanto le ritengono complementari all'addestramento che normalmente svolgono al Reparto. 
In attesa di vedervi nella nostra Sezione, anticipiamo che è prevista un'apertura straordinaria della Sezione come INFO POINT sulle attività addestrative e sul programma 2016.
A breve, agli interessati comunicheremo la data concordata con la Presidenza. 
(per info: dal martedì al venerdì dalle 9.00 alle 12.00 oppure 011.5617.242 o sez.torino@unuci.org)
Cordialità
La Sezione di Torino







4.12.15

Questionario UNUCI - sondaggio 2015

Buongiorno a tutti,
l'anno 2015 è in procinto di chiudersi ed è tempo di tirare le somme. Vorremmo coinvolgervi in questa nostra analisi per permetterci di comprendere meglio quali sono le attività che vi sono piaciute di più oppure se ve ne sono altre che gradireste attivare o approfondire.
Per questo motivo abbiamo preparato un questionario che ha per l'appunto lo scopo di effettuare un sondaggio tra i nostri iscritti.
La compilazione del questionario, grazie alla vostra collaborazione, ci permetterà di svolgere le nostre mansioni organizzative in un modo più mirato e senza dispersione di energie e non da ultimo permettendoci di soddisfare al meglio le aspettative di molti.
Vi invitiamo pertanto a scaricare l'allegato e di ri-trasmettercelo compilato alla posta elettronica sezionale unuci_to@yahoo.com

Cordialità
La Sezione di Torino






Buongiorno Colleghi,

dopo la nostra Slide di tiro, Vi possiamo dire che la partecipazione alle attività è sempre più consistente. Possiamo dire di aver raddoppiato la presenza di Colleghi motivati, quasi al limite della gestione. Il nuovo sistema di tiro avanzato e propedeutico al tiro operativo ha avuto un discreto apprezzamento, uscendo dagli schemi tipici del tiro sportivo.
In particolare, abbiamo anche effettuato dei movimenti in bianco, al di fuori, del Poligono, che simulando il movimento di Squadra, con attrezzature balistiche vere e simulacri di armi, ha fatto si che ci si rendesse conto di quanto sia difficile muoversi con le dotazioni.
Non ci stancheremo mai di effettuare prove di questo genere, ottemperando ai dettami del nostro Statuto.

In allegato qualche foto.

Cordialità

La Sezione di Torino





18.11.15

Un saluto a tutti,

dedichiamo il nostro profondo cordoglio alla Famiglia Solesin, ma non perchè le altre vittime siano meno importanti, ogni uomo, donna e bambino che sia stato ucciso in questo modo barbaro, ha diritto ad essere onorato.

Non possiamo citarli tutti, ma che la nostra Valeria, italiana, figlia, sorella, moglie, fidanzata, amica sia da noi ricordata assieme a tutte le altre persone assassinate da questi ignobili delinquenti.

Noi comunque, non ti dimenticheremo!

La Sezione di Torino



3.11.15

Buongiorno,
nell'altro post abbiamo accennato alla dedizione del Fante Libero nel rappresentare le FF.AA. a Lione. Essendo sicuramente un personaggio che ha portato la Bandiera alle Cerimonie per circa cinquant'anni, ci piace condividere con Voi tutti, alcuni dei momenti passati assieme, tra i quali la consegna del Gagliardetto Regionale, attorniato con affetto e riconoscenza dal Console Dott. Marongiu e dai Colleghi di Torino, Aosta e Cuneo.
Cordialità
La Sezione di Torino







2.11.15

Buongiorno a Tutti,
come promesso ecco altre foto della Cerimonia di Lione, commovente e sentita per tanti motivi: una per la giovane età e del Valore di chi ha combattuto e in terra straniera è deceduto, una per la splendida accoglienza del Console Italiano Giulio Marongiu e del Suo staff, una per il calore espresso dalla Comunità Italiana a Lione, una per i ragazzi e le Maestre della Scuola di Sant Roch (AO), venuti a cantare l'Inno degli Italiani, del Tricolore e del Piave, una per il 1° Cap. Carlo Martinelli intervenuto con il Picchetto Storico vestito con uniformi del 15/18 ed al Ten. cc Michele Maurino che ha coordinato la Cerimonia assieme al Cerimoniere Francese. Un grazie alla compagine delle Sezioni di Torino e Cuneo, che malgrado il viaggio e gli spostamenti tra i due Cimiteri hanno mantenuto sempre la formalità, come ci si aspetta dai militari.
Un grazie alle Famiglie di alcuni che hanno seguito i mariti, in questa splendida città, ma che si sono fatte coinvolgere dalla Cerimonia in modo sentito.
Il plauso sulla nostra presenza arriva da più parti, ci permettiamo di allegare uno dei tanti commenti:
A tous!
Il y a des moments dans la vie où on ne trouve plus les mots pour exprimer ce que l’on ressent..dire merci semble invisible, inaudible et manque de poids....l’émotion, le silence, le fait de cacher ses larmes sont peut-être plus plus éloquents.
La présence des nos ‘’frères’’, de tous âges, en provenance, avec sacrifice, d’Italie, nous a touché au coeur.....les tombes de nos morts à Lyon ne sont donc pas tout à fait oubliées ...
Merci...à Michele Maurino, et à tous ceux, nombreux, qui ont accepté de le suivre, lors de cette aventure humaine qui apprend la mémoire....nous savons tous que sans un passé nous ne pourrions avoir un futur un avenir, regarder les noms de ces jeunes italiens, inscrits sur les croix, est un rayon de lumière qui nous montre la voie....de la lumière y en avait à Lyon ce 31 octobre 2015!
DACI (Descendants des Anciens Combattants Italiens) à Lyon/Maison des Italiens de Lyon
Un caro saluto vada al piccolo Giovanni (11 anni) il trombettiere che ha suonato, superando una grande emozione e la fatica del viaggio, in modo eccelso il silenzio italiano, francese ed infine l'Inno degli Italiani.
Un abbraccio sentito vada a Libero residente a Lione, soldato di Fanteria italiano che ha rappresentato le Forze Armate a Lione per 50 anni portando la nostra Bandiera. Lo abbiamo premiato consegnandogli il Gagliardetto dell'UNUCI Piemonte e Valle D'Aosta.
Molte sensazioni, difficili da raccontare in poche righe, ma che sicuramente hanno lasciato in noi impressioni positive, il "meglio è migliorabile" dicono, ma noi ci possiamo ritenere soddisfatti!!
Cordialità
La Sezione di Torino













1.11.15

Buongiorno a Tutti,
l'Unuci Piemonte e Valle D'Aosta, oggi ha celebrato con alcuni momenti la commossa vicinanza ai nostri Militari defunti nella Grande Guerra, una Mostra a Torino, una grande Cerimonia a Lione.

Nei prossimi giorni pubblicheremo tante altre foto, ma oggi,  ci sentiamo di mostrarne solo una che racchiuda il profondo senso della nostra presenza: la sentita emozione dinnanzi alle loro Croci!

Onore ad ognuno di loro!
Cordialità 
La Sezione di Torino



30.10.15


Buongiorno a Tutti,

pubblichiamo ancora una serie di foto, che fanno parte dei nostri ricordi del 2015, nell'attività effettuata a Brughiera,
organizzata dalla sempre attiva Sezione U.N.U.C.I. Gallarate.
Le armi sono ASG e servivano per le simulazioni.

Ad Maiora
La Sezione di Torino









Buongiorno a Tutti,
anche questa settimana ci muoveremo per un sentito evento,
la Commemorazione di alcuni dei Caduti della Grande Guerra, seppelliti a Lione. Parteciperemo con un Picchetto Bandiera Regionale, un Picchetto Storico con uniformi del 15/18 e un folto numero di Colleghi con il copricapo di specialità. Presente il Console Italiano, la Comunità Italiana a Lione, le Associazioni d'Arma Francesi ed una rappresentanza Polacca ed Inglese.

Se il nostro compito è quello di ricordare questa generazione di uomini e donne che fù azzerata dalla Grande Guerra, noi li Onoreremo con la nostra presenza e con la nostra Bandiera!

Non potremo essere presenti dappertutto e non faremo (come logico) distinzione tra i Caduti italiani, francesi, inglesi o polacchi.
Qui di seguito, una breve descrizione dei fatti accaduti:
Lione: cerimonia di Commemorazione dei soldati Italiani e Francesi Caduti nel corso della prima guerra mondiale.
1. Scopi della cerimonia:
- Onorare i Caduti Italiani e Francesi deceduti nel corso della Campagna 1915 (1914) /1918 sepolti nel cimitero Militare Internazionale “la Doua” di Villeurbanne (Periferia di Lione) e nel settore militare Italiano posto nel cimitero comunale di Lione la “Gouilliettere”.
2. Descrizione degli eventi storici:
a) L’impiego delle Truppe Francesi In Italia: Dopo la ritirata di Caporetto, vennero inviate in soccorso dell’Italia truppe Francesi che si schierarono sul Mincio (unitamente ai Britannici e le nostre truppe di riserva). Successivamente, considerato che gli Italiani riuscirono a contenere l’offensiva austriaca sul fronte del Grappa e del Piave, i Francesi raggiunsero la zona avanzata del fronte (il 4 Dicembre 1917).
b) L’impiego delle truppe Italiane in Francia: Nei primi mesi del 1918, la Francia, venuta a conoscenza di un imminente attacco germanico, chiese all’Italia di inviare truppe in restituzione dell’aiuto dato nella difesa del Piave. Nel mese di Aprile del 1918 venne quindi trasferito in Francia il II° Corpo d’Armata al Comando del Generale Albicci (circa 25.000 uomini) al quale si aggiunsero 60.000 operai militarizzati denominati T.A.I.F (truppe ausiliare italiane in Francia). Il 27 maggio 1918, con un grande attacco a sorpresa, l'esercito tedesco riuscì a sfondare il fronte francese nei pressi di Reims. In tale frangente tra Soissons e Reims si formò una sacca triangolare, che profonda 50 km, poneva il suo vertice a Château-Thierry a meno di 100 km da Parigi. Per fronteggiare tale minaccia venne schierato, all’altezza di Bligny il II° Corpo d'Armata Italiano con il compito di sbarrare la valle del fiume Ardre e quindi la strada di accesso alla città di Epernay (che assicurava le comunicazioni tra Reims e Parigi). In tale contesto i nostri soldati riuscirono a bloccare la testa di ponte tedesca sino a che, l’offensiva germanica, avendo trovato una decisa resistenza, si esaurì (mese di Luglio 1918). In quella circostanza quasi 4.000 soldati italiani e oltre 6.000 furono feriti. Proprio questi ultimi misero a dura prova le strutture sanitarie Francesi che, per fare fronte all’esigenza, si videro costretti a distribuire i feriti presso gli ospedali posti su tutto il territorio nazionale. I soldati Italiani sepolti in Savoia sono tra coloro che, nonostante le cure, non riuscirono a sopravvivere.
Cordiali Saluti
La Sezione di Torino

28.10.15




USO DELL’UNIFORME MILITARE DA PARTE DELLE CATEGORIE IN CONGEDO
Aggiorn. al 12.05.2014



In relazione a quanto deliberato nel corso del Consiglio Nazionale del 22-24 aprile 2014, si riporta, di seguito, stralcio della pubblicazione SMD – G 010 “Regolamento per la disciplina delle uniformi” dello Stato Maggiore della Difesa – edizione 2002. I Delegati Regionali, i Presidenti di Sezione e tutti i Soci interessati sono invitati ad attenersi scrupolosamente, prendendo visione del testo integrale della pubblicazione sul sito web del Ministero della Difesa.


Sezione VI

Art. 31
Militari delle categorie in congedo
I militari delle categorie in congedo in temporanea attività di servizio sono da considerarsi, ai fini dell'uniforme e degli obblighi che ne derivano, in servizio attivo.
I militari dette categorie in congedo che, ai sensi dei successivi articoli, sono autorizzati ad indossare l'uniforme, sono tenuti all'osservanza delle relative norme in vigore per il personale in servizio.
Ai militari in congedo non in attività di servizio delle Forze di Polizia è precluso l'uso dell'uniforme.

Art. 32
Partecipazione a manifestazioni di carattere militare
I militari delle categorie in congedo non in attività di servizio possono indossare l'uniforme per partecipare a manifestazioni di carattere militare di particolare rilevanza nazionale ed internazionale, nonché a:
·         visite a Reparti militari in occasione di esercitazioni in territorio nazionale e all'estero;
·         gare sportive e incontri tra delegazioni multinazionali in territorio nazionale e all'estero;
·         a gare sportive di rilievo a carattere militare e incontri tra delegazioni multinazionali in territorio nazionale ed estero;
·         nelle esercitazioni di protezione civile organizzate da Enti/Comandi militari e/o Pubbliche Amministrazioni;
·         in occasione di raduni nazionali o internazionali delle Associazioni d’Arma o Combattentistiche munite di riconoscimento.
L’Associazione deve inviare, con congruo anticipo, direttamente al Comando/Ente Militare responsabile della manifestazione, l’elenco del personale partecipante indicandone il grado.
Nel caso particolare di manifestazioni all’estero, qualora il militare in congedo sia invitato a parteciparvi è l’Autorità invitante abbia espresso il gradimento alla partecipazione in uniforme, lo Stato Maggiore della Difesa interesserà per il ”nulla osta” la Rappresentanza Militare Italiana nel paese estero interessato.

Art. 33
Partecipazione a manifestazioni di carattere religioso
I militari delle categorie in congedo possono indossare l’uniforme nelle cerimonie  a carattere religioso (matrimoni, esequie).


Art. 34
Manifestazioni militari a bordo di unità navali
Per le manifestazioni che si svolgono a bordo di unità navali, vale quanto precedentemente previsto.

 Art. 35
Richieste avanzate dalle Associazioni Combattentistiche e d'Arma
Le Associazioni combattentistiche e d’Arma riconosciute, o le loro Sezioni, possono inviare gli elenchi predetti, comprensivi di grado delle persone interessate.
Allo scopo di consentire un’agevole individuazione del personale in congedo, è istituito apposito distintivo di appartenenza alla propria categoria comprensivo dell’acronimo dell’Associazione. L’uso di tale distintivo costituisce obbligo. (*)
In caso di reiterata inottemperanza, da comunicare direttamente allo Stato Maggiore della Difesa, sarà informato l’Ufficio Gabinetto, e verranno adottati i provvedimenti intesi a non estendere al personale segnalato gli inviti a manifestazioni militari.

 Art. 36
Ufficiali di rango elevato
Gli Ufficiali di rango elevato dovranno concordare la loro presenza in uniforme con il Comando/Ente responsabile della manifestazione, in considerazione al grado rivestito dalla massima Autorità in servizio di cui è prevista la presenza alla cerimonia.

(*) I distintivi sono reperibili presso le Sezioni; quelle che ne fossero sprovviste possono farne richiesta alle Delegazioni e queste, se necessario, alla Presidenza Nazionale.
Buongiorno a tutti,
martedì prossimo 3 novembre 2015 alle ore 19,15 presso la nostra Sezione, inizierà la prima delle lezioni previste del mini corso organizzato su:
A) cenni comportamentali e dell'eventuale autodifesa del personale Volontario, che opera su strada.
Relatore il Cap. g. (par) FdC Emanuele Laina
Si raccomanda la puntualità, per gli operatori del progetto Impegno Civile.
Gli ospiti, dovranno concordare la loro partecipazione, via mail, all'indirizzo: unuci.torino@gmail.com oppure segnalare l'adesione all'evento su:
n.b. - E' previsto un gettone di presenza, per i non aderenti al progetto.
Cordiali Saluti
La Sezione di Torino
Buongiorno a tutti,
sempre nell'ambito delle attività sezionali, due nostri Colleghi, hanno partecipato alla gara di orientamento topografico autunnale, organizzata dalla sempre attivissima Sezione di Gallarate.
Complimenti per il percorso (a detta dei nostri due partecipanti), ma un plauso anche a loro, che sono arrivati terzi dietro due squadre agguerrite e preparate.
Quindi ringraziamo il Ten. f. (mecc) Andrea De Valle e Ten. f. (cr) Michele Cera (sono i primi a destra dello schieramento), per l'ottima prestazione e per il premio come migliore pattuglia per "orientamento e topografia" tenendo alto il nome della Sezione di Torino.
Cordialità
La Sezione di Torino


17.10.15

Buongiorno,
aggiungiamo ancora qualche foto dopo tutte le assenze fatte nell'ultimo anno, fornendo anche un nuovo link facebook in cui poterci seguire che di solito è aggiornato frequentemente.

UNUCI Torino : Vivi Le Forze Armate


Ringraziamo per l'ospitalità:
il 34° AVES "Toro" di Venaria (To)

Cordialità

La Sezione di Torino







Buongiorno
carichiamo ancora qualche foto, di attività svolte recentemente.

Le seguenti si riferiscono ad una nostra partecipazione alla Mostra sulla Grande Guerra, che si è svolta nel Comune di Canischio ad agosto.

Presente il Colonnello Zerrillo del Comando Regionale Militare Nord Ovest , responsabile dell'evento, assieme al Ten. Cappone nostro consigliere.

Un plauso al Sindaco del Comune che ha richiesto al Comando Militare Regionale assistenza e gestito la mostra con i Suoi Consiglieri.

Cordialità 

La Sezione di Torino